Contattaci per acquistare il corso di e-learning!

Acquista

Seguici sui social
© 2018 Studio Ingegneria Noemi Milani s.r.l.

Prevenzione e gestione del rischio esposizione al batterio Legionella nei luoghi di lavoro

Facendo riferimento ai recenti fatti di cronaca che hanno interessato nei giorni scorsi l’Alto Milanese e richiamiamo l’attenzione sulle opportune attività, procedure e comportamenti da mettere in atto al fine di eliminare il rischio di esposizione in azienda.

Come si può prevenire la Legionellosi?

Facendo riferimento ai recenti fatti di cronaca che hanno interessato nei giorni scorsi l’Alto Milanese e richiamiamo l’attenzione sulle opportune attività, procedure e comportamenti da mettere in atto al fine di eliminare il rischio di esposizione in azienda.

  • L’Accordo Stato-Regioni del 07 maggio 2015 ribadisce l’importanza della valutazione del rischio di esposizione con la redazione di un allegato al D.V.R. aziendale e un’analisi delle aree critiche di possibile contaminazione da Legionella.
  • Istituzione di un “Registro degli interventi” di manutenzione ordinaria e straordinaria.
  • Programmazione di un piano dei campionamenti e analisi di laboratorio nei punti critici.
  • Eventuale formazione e informazione sulle procedure di prevenzione al personale addetto.
  • Corretta progettazione e realizzazione degli impianti che comportano un riscaldamento dell’acqua e/o la sua nebulizzazione.
  • Adozione di misure preventive a breve termine:

– sostituzione dei giunti, filtri dei rubinetti e cipolle delle docce, tubi flessibili delle docce usurati e di ogni altro elemento di discontinuità dell’impianto;
– decalcificazione degli elementi meno usurati in soluzione acida;
– disinfezione impianti idrici.

  • Adozione di misure preventive a lungo termine:

– svuotamento e disinfezione dei serbatoi di accumulo, boiler e tubature almeno una volta l’anno; controllo della formazione di depositi calcarei mediante continuo monitoraggio da parte di operatori specifici;
– decalcificazione delle docce;
– eliminazione di eventuali rami morti e tubi ostruiti.

  • Negli edifici ad apertura stagionale, prima della riapertura, procedere con la pulizia dei serbatoi e dei rubinetti; nel caso in cui le camere restano vuote per periodi prolungati, far defluire l’acqua ai punti di utilizzo, infine l’impiego di disinfettanti per fontane, piscine e vasche in genere.

Lo Studio rimane a disposizione per qualsiasi necessità.