Seguici sui social
© 2018 Studio Ingegneria Noemi Milani s.r.l.
scadenze ambientali: maggio 2022

Scadenze ambientali: maggio 2022

Il 21 maggio 2022 è il termine ultimo per la presentazione del MUD (Modello Unico di Dichiarazione Ambientale).

Il MUD è la comunicazione che Enti e Imprese presentano ogni anno indicando quanti e quali rifiuti hanno prodotto e/o gestito durante il corso dell’anno precedente.

Deve essere presentato un MUD per ogni unità locale che sia obbligata dalle norme vigenti alla presentazione di dichiarazione, comunicazione, denuncia e notificazione.

Il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale è articolato in sei diverse comunicazioni e deve essere presentato da parte dei soggetti interessati così individuati:

  1. Comunicazione rifiuti speciali:
    • chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto dei rifiuti;
    • commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
    • imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
    • imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
    • imprese agricole che producono rifiuti pericolosi con un volume di affari annuo superiore a 8.000 €;
    • imprese ed enti che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi;
    • imprese ed enti con meno di dieci dipendenti che producono rifiuti pericolosi (si specifica che dovranno presentare la dichiarazione solo per i rifiuti pericolosi e non per tutti quelli prodotti).
  2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso
  3. Comunicazione Imballaggi
  4. Comunicazione R.A.E.E. (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche)
  5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione
  6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

 

Sono esentati dalla presentazione del MUD:

  • le imprese e gli enti, con un numero di dipendenti uguale o inferiore a 10, che producono rifiuti non pericolosi;
  • i soggetti che effettuano attività di trasporto in conto proprio dei propri rifiuti non pericolosi;
  • le imprese che esercitano attività di demolizione o costruzione (solo per i rifiuti non pericolosi);
  • le imprese che esercitano attività di commercio o di servizio (solo per i rifiuti non pericolosi).

 

Non devono presentare la Dichiarazione MUD, anche in presenza di rifiuti pericolosi:

  • le imprese agricole di cui all’art. 2135 del Codice Civile;
  • i liberi professionisti che non operano in forma d’impresa;
  • i soggetti che svolgono le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio, piercing, agopuntura, podologo, callista, manicure, pedicure e che producono rifiuti pericolosi e a rischio infettivo;
  • i Medici, dentisti e pediatri che non rientrano in organizzazione di Enti ed Imprese (quindi liberi professionisti) non hanno l’obbligo di presentazione del MUD se producono rifiuti pericolosi;
  • chi, durante l’anno precedente, non ha prodotto, trasportato, intermediato, recuperato o smaltito rifiuti.

 

Inoltre, il 21 maggio 2022 è la data ultima per la compilazione dell’applicativo O.R.SO. (Osservatorio Rifiuti SOvraregionale), infatti ogni anno i gestori di impianti fissi di recupero e/o smaltimento rifiuti devono comunicare i dati sull’attività svolta nell’anno precedente.

 

Lo Studio Ingegneria Noemi Milani rimane a disposizione per chiarimenti.